Nexus 5 “impazzito”: supporto Google eccezionale.

Google Play

Google PlayPer la seconda volta in 2 anni ho avuto modo di testare il supporto di google in quanto il mio Nexus 5 ha improvvisamente smesso di funzionare. Lo smartphone infatti ha manifestato di punto in bianco dei problemi al touchscreen, rendendolo di fatto inusabile… e proprio nel momento che stava arrivando Android 5.1.

Il dispositivo lo avevo acquistato nel Novembre 2013 presso il Playstore Italiano, ma nel frattempo sono emigrato in Francia. Ero sicuro che avrei incontrato dei problemi nel fare riconoscere la garanzia, con noiose spedizioni a qualche conoscente in Italia dello smartphone da inviare in assistenza, ma fortunatamente così non è stato.

Tramite il Google Store Italiano ho raggiunto la sezione Cronologia Ordini e da li è stato abbastanza semplice entrare in contatto email con il supporto italiano. Purtroppo era il 4 Aprile, il Sabato prima di Pasqua, ma questo non ha impedito che il supporto clienti mi rispondesse in poche ore. Il 7 Aprile (il primo giorno lavorativo disponibile) il tutto era già risolto, con la pratica passata da Google Italia a Google France, insieme alla richiesta di sostituzione immediata dello smartphone. Se non fosse stato per lo zampino di DHL, avrei potuto ricevere lo smartphone sostitutivo Venerdì 10, mentre mi è arrivato “solamente” il Lunedì successivo. Il tutto è stato completamente gestita da Google in maniera impeccabile, spese di spedizione incluse 😉

Lo smartphone che mi è stato inviato in sostituzione di quello difettoso è un prodotto refurbished (un dispositivo ricondizionato) e si presenta esteticamente e funzionalmente (tocchiamo ferro) pari al nuovo. Gradita sorpresa è stata lo scoprire che si tratta del modello con 32GB di memoria interna, mentre ho rispedito in assistenza il modello inferiore con soli 16 GB di memoria interna.

Informazioni su Roberto 349 Articoli

Roberto “rbnet” Bolli, (ri)fondatore di rbnet.it con la passione per la tecnologia, Linux ed i meme Internet. La notte giocatore incallito di The Last of US su Playstation 4, di giorno “lavoricchiatore” in Francia, nazione dove cerca di sopravvivere non conoscendone la lingua.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*