E Beryl fu

Beryl

Scrivevo poco tempo fa di questo Beryl e delle mie perplessità sulla reale necessità di questo fork… fatto sta che proprio da oggi è disponibile la prima release del nuovo composite manager di Quinnstorm e soci. Per chi vuole provarlo abbinato ad Ubuntu+XGL, la procedura di installazione e configurazione è semplicissima e si limita all’aggiornamento della propria sources.list, ma non aspettatevi chissà cosa: pregi e difetti sono quelli del “vecchio” compiz taroccato da compiz-net (a proposito di compiz.net: non esiste più. Tutta la comunità si è spostata sul nuovo forum/dominio http://forum.beryl-project.org/)

Più interessante invece la notizia del rilascio, avvenuto poco giorni fa, della versione beta dei nuovi driver nVidia che supportano in modo nativo l’oramai famosa funzione GLX_EXT_texture_from_pixmap tramite la quale è possibile fare a meno del server grafico XGL (e delle sue esose richieste di memoria), senza rinunciare a tutti gli effetti grafici a cui ci siamo oramai abituati.

Proverò il tutto sul mio notebook appena avrò la possibilità di aggiornare ad una versione abbastanza stabile di Ubuntu Edgy Eft.

Informazioni su Roberto 349 Articoli
Roberto "rbnet" Bolli, (ri)fondatore di rbnet.it con la passione per la tecnologia, Linux ed i meme Internet. La notte giocatore incallito di The Last of US su Playstation 4, di giorno "lavoricchiatore" in Francia, nazione dove cerca di sopravvivere non conoscendone la lingua.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*