Arch Linux

Arch Linux Logo

E’ da circa una settimana che sto spippolando con la distribuzione Arch Linux e devo dire che ne sono rimasto positivamente colpito.

La filosofia alla base di questa non troppo conosciuta distribuzione è quella del “Keep It Simple” (Semplice è Meglio), come capeggia anche nella home del sito ufficiale, ma questo non significa che Arch Linux sia una distribuzione indirizzata ai neofiti. Una volta installata, la personalizzazione va effettuata agendo direttamente sui file di configurazione, ma l’estrema razionalità e semplicità della distribuzione nonché l’aiuto che arriva dal wiki internazionale e da quello italiano, rendono veramente semplice tutto il lavoro (almeno per l’utente non proprio digiuno di Linux).

Tra tutte le caratteristiche interessanti di Arch Linux (l’ottimo gestore di pacchetti pacman, il sistema di repository, Arch Build System, ecc) vorrei citare il sistema rolling di update, forse una delle funzionalità che più fanno gola agli utenti Desktop . A differenza di Ubuntu, che aggiorna totalmente propria distribuzione ogni sei mesi e similarmente a Debian SID (ma senza l’instabilità di quest’ultima), Arch Linux, dopo un periodo di test per garantirne il perfetto funzionamento, mette a disposizione sui suoi repository le ultime versioni dei sofware disponibili per Linux; il tutto è gestibile con pochi comandi via shell e tramite il potente gestore di pacchetti pacman. Installando Arch avrete la certezza di un sistema sempre aggiornato.

Pacman in azione.

Infine una nota positiva anche sul fronte della stabilità: in una settimana di prove intensive sul mio notebook, non ho mai riscontrato problemi derivanti direttamente dalla distribuzione.

Grazie ad Arch Linux ho riscoperto il gusto di padroneggiare la mia Linuxbox.

Per saperne di più vi rimando all’ottimo recensione della distribuzione pubblicata da Simone sul suo blog Lineheight.net. Non scordatevi inoltre di visitare il sito ufficiale del progetto, quello italiano ed i relativi wiki.

CiauZ!

Informazioni su Roberto 349 Articoli

Roberto “rbnet” Bolli, (ri)fondatore di rbnet.it con la passione per la tecnologia, Linux ed i meme Internet. La notte giocatore incallito di The Last of US su Playstation 4, di giorno “lavoricchiatore” in Francia, nazione dove cerca di sopravvivere non conoscendone la lingua.

11 Commenti

  1. Tra le altre cose, sto aspettando che arrivi metà febbraio per migrare hosting (ad uno che supporta PHP5) ed installare Symphony 2 (che nel frattempo si spera sarà uscito) per riaprire finalmente il mio sito dopo anni di “manutenzione” 😀

  2. Ubuntu senza dubbio è più veloce da configurare (nel mio caso non devo fare praticamente niente) e se sei vecchio e stanco è l’ideale 😛 Però dai, Arch è una ganzata… tranne ‘sto maledetto gnome-power-manager :/

  3. Io l’ho usata per un paio d’anni e devo dire che bella e bella ed è pure velocissima ma… la ubuntu è comoda, anzi di più 🙂
    Forse son io che sto diventando vecchio 😀

  4. Arch è da un bel pò che vorrei provarla, l’ ho anche installata una volta ma alla fine mi sono scocciato di configurare X.org e come uno stupido la tolsi 😛

    Ora mi trovo fin troppo bene sulla mia Debian Sid, anche se la tentazione di provarla è sempre fortissima, ne ho sempre sentito parlare bene.. chissà, magari durante le vacanze natalizie ci farò un pensierino 😀

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*