Il popolo della libertà

Finalmente è tornato quel gran comico che è l’ex-premier:

Il popolo della libertà, oggi maggioranza nel Paese, ha sventolato le proprie bandiere e non ha dato alle fiamme quelle degli avversari politici; ha gridato i propri slogan e non ha bruciato nè auto nè fantocci. Ha gridato la sua protesta contro il governo senza eccessi, senza insulti, senza parole di odio e di divisione.

Sempre su Repubblica.it è possibile leggere alcuni degli slogan gridati senza eccessi e senza parole di odio dal popolo della libertà; ne riporto alcuni:

  • "Prodi boia, Luxuria è la tua troia"
  • "Governo stalinista ti abbatteremo a vista"
  • "Luxuria pisciati addosso"
  • "Istria, Fiume, Dalmazia: ritorneremo!"
  • "Prodi infame per te ci sono le lame"
  • "Prodi, Prodi, Prodi, boia, boia, boia"
  • "Roma cristiana mai musulmana"
  • "Governo Prodi: soviet, trans, ex Dc, no global, islamici e brigatisti"
  • "Abbasso il terun"

Informazioni su Roberto 349 Articoli
Roberto "rbnet" Bolli, (ri)fondatore di rbnet.it con la passione per la tecnologia, Linux ed i meme Internet. La notte giocatore incallito di The Last of US su Playstation 4, di giorno "lavoricchiatore" in Francia, nazione dove cerca di sopravvivere non conoscendone la lingua.

1 Commento

  1. non dimenticarti mio caro “coglione” (non lo dico io…l’ha detto Silvio tanto tempo fa)che tra il popolo delle libertà, “maggioranza nel paese” (anche con 24.000 voti in meno???mah… forse mi sono perso la lezione sul concetto di democrazia e maggioranza!) mentre inneggiava quegli innocenti slogan (“erano delle battute” direbbero Bondi O Bonaiuti…”sono state estrapolate da un contesto diverso bla bla bla”) vi erano delle innocenti bandiere che ricordano tanto quei “moderatissimi” “padri della patria” che si chiamavano…aspetta aspetta..com’era che si chiamavano?…ah!si…FASCISTI!
    niente di preoccupante sai? solo CROCI CELTICHE e fiamme tricolore…il bello è che questa immagine me la sono vista al TG4…mentre EMILIO parlava della marea di gente e ricordava la diversità di questa manifestazione dalle altre e mentre la forza viva del paese (…signori e signore di 50-60 anni…) si vantavano del fatto che loro non bruciano bandiere o cassonetti…ebbene su queste precise parole eccoti un deficiente con un sorriso deficiente che sbandiera una bella croce cetica (…deficiente anche quella!) in primo piano…
    ma stiamo scherzando?e questa sarebbe la più grande manifestazione moderata dal dopoguerra ad oggi…?
    BEL CAZZO DE’ LAVORO si dice qua dalle mie parti…
    ciauzzzzzzzzzzzzz

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*