Film TV

Copertina Film TV

Se c’è un’abitudine di cui non riesco proprio a fare a meno è il periodico acquisto in edicola di FilmTV, storica rivista di Cinema e (poca) TV che purtroppo, ultimamente, non sta navigando in buone acque. Durante gli ultimi giorni a tutti gli iscritti al loro ottimo sito (come il sottoscritto) è arrivata la seguente email, che vado a riportare integralmente, non prima di aver fatto un grossissimo in bocca al lupo al direttore Emanuela Martini e a tutti i collaboratori della rivista:

Cari amici di FilmTv,
non sappiamo se siete lettori della nostra rivista o se siete solo utenti del nostro sito (ma ci piace immaginare che le parti perlopiù coincidano… ).

Comunque vada, se avete attivato sui vostri browser la funzione “blocca i pop-up” vi preghiamo di disattivarla per un attimo e di collegarvi al nostro sito. Vi appariranno in una finestrella a parte la copertina e il sommario del prossimo numero della nostra rivista: il primo di questo 2007.

È un numero speciale, anche se assomiglia a tutti gli altri che lo hanno preceduto negli ultimi anni. Un numero scritto in piena tempesta, con una redazione dimezzata (e con il supporto non retribuito di alcuni collaboratori preziosi e irriducibili). Se avremo fortuna e spalle larghe la settimana prossima troverete anche il numero 3, poi il 4, il 5… e speriamo di poter continuare a contare per tutto l’anno che verrà sino a 52, come sempre.

Ma mai come ora abbiamo bisogno del vostro aiuto e del vostro sostegno.

Chi ci conosce già non ci lasci e chi non ci conosce, se ama il cinema, ci cerchi in edicola. Anche chi usa solo il sito e lo ritiene uno spazio importante sulla rete provi a considerare di darci il suo sostegno e di supportare il sito e i servizi che offre acquistando la rivista in edicola: sito e rivista sono una cosa sola, e vivono insieme. È importante, come del resto importanti sono le parole che ci state mandando per posta e sul sito. Continuate a scrivere, continuate a chiedere: noi vi stiamo ascoltando e quello che ci dite ci riempie di orgoglio e di coraggio. E ci fa capire meglio una cosa che già sapevamo: che non siamo soli.

C’è un detto che ci pare si adatti bene alla situazione: “in a world of caterpillars, it takes balls to be a butterfly” (in un mondo di bruchi, ci vogliono le palle per essere una farfalla).

Qui e ora si fa fatica a volare, ma noi – insieme a voi, grazie a voi – ci ostiniamo a non voler atterrare.

Grazie

L’immagine che accompagna l’articolo è (C) FilmTV

Informazioni su Roberto 349 Articoli
Roberto "rbnet" Bolli, (ri)fondatore di rbnet.it con la passione per la tecnologia, Linux ed i meme Internet. La notte giocatore incallito di The Last of US su Playstation 4, di giorno "lavoricchiatore" in Francia, nazione dove cerca di sopravvivere non conoscendone la lingua.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*