Monthly Archives: marzo 2008

evasori.info

noi italiani ci lamentiamo che troppi evadano le tasse, eppure spesso chiudiamo un occhio. quando un commerciante non ti fornisce lo scontrino, o un professionista esige un prezzo maggiore per la ricevuta fiscale, segnala qui l’evasione o tentata evasione: è facile (anche da telefonino!), anonimo e neanche il trasgressore può essere identificato. costruiamo insieme una mappa di questo fenomeno sociale!

Home page di Evasori.info

Scoperto grazie al tumblr di niknik.

Expo Elettronica

Non sono un affecionados di mercati e mercatini di elettronica, ma quest’anno non ho saputo resistere (be…) all’occasione di visitare l’Expo Elettronica di Bastia Umbra. Se siete interessati all’acquisto di cianfrusaglie cinesi e ipod tarocchi, allora è il posto per voi, altrimenti evitatelo come la peste (tanto oggi finisce, ma il consiglio vale anche per il prossimo anno). Risparmierete anche 7 euro.

Ariadsl

Sticazzi! Non so se complimentarmi di più con i soci di Ariadsl per il colpaccio di essersi aggiudicati l’asta Wi-Max per tutte le macroregioni italiane (e per l’incredibile botta di culo per come hanno trovato i finanziamenti, sempre che la storia sia vera; con il secchiello gliel’avrei portata a David Gilo l’Adsl se avessi saputo che abitava ad un tiro di schioppo da casa mia…) o con il Sindaco Chiaccheroni per aver tentato (riuscito? Non ho visto panini e porchetta per le strade di Marsciano 🙂 ) il colpaccio di far insediare il quartier generale dell’azienda nel mio natio paese.

In ogni caso di questa azienda ne scrivevo di striscio in tempi non sospetti. Ne riscrivo oggi giusto per chiedere che si sbrighino a risolvere i problemi di connessione del mio amico Fabrizio, perché da quando non naviga più in Internet, al lavoro non combina niente 😛 Poi… se avanzano un po’ di soldi ed un posto di lavoro, io sono disponibile…

CiauZ.

Ci mancava la Cinciarella, epilogo

Camola del  miele

La cinciarella se ne è andata due giorni dopo i fatti raccontati nell’altro post, senza neanche salutare (meglio così, mi commuovo facilmente)… però s’è magnata 3 bacarozzoni prima di partire. Che poi mi sentivo un po’ dio (con la differenza che io esisto) mentre sceglievo quello che si sarebbe pappato la mia amica tra tra quelli disponibili e me li immaginavo tremanti di terrore e pronti a farmela pagare in qualche modo (tipo Tom Cruise, che mentre sta per essere ciucciato dalla macchina aliena della Guerra dei Mondi, gli ficca su per lo sfintere una bomba a mano… che poi il film era una cagata eh).

La Matilde non ha più avuto reazioni allergiche, in compenso si è beccata comunque qualcosa, così tanto per non perdere l’abitudine: febbre a 39.5°C ed io che in preda al terrore, da perfetto padre di famiglia, non sapevo assolutamente cosa fare…

Il pozzo continua ad essere mezzo asciutto e noi continuiamo a vivere con l’acqua razionata e riciclata (ti lavi mani e viso in una bacinella così riutilizzi l’acqua per lo scarico del water e tutte queste cose simili). E’ incredibile quanta acqua si sprechi per le cose più stupide, ed è altrettanto incredibile quanta acqua si possa risparmiare con un minimo di attenzione. E qui ci starebbe bene scrivere qualcosa sull’argomento, ma no ne ho voglia.

L’Enel, CVD, non ne voleva sapere di considerare saldata la bolletta che avevo effettivamente pagato on-line, così, dopo 4 telefonate al servizio clienti ed una brevissima discussione con un tizio abbastanza ignorante dell’amministrazione, mi hanno chiesto di inviare via fax (evviva Internet) l’email (!) anti-frode che mi invia la banca per ogni transazione effettuata con la CC: cosa se ne saranno fatti di due righe di testo del tipo “Gentile cliente, la informiamo che è stata appena autorizzata una transazione sulla sua carta di credito. Saluti.” senza riferimento alcuno alla transazione incriminata e senza header? Boh… in ogni caso la bolletta ora risulta pagata e a me basta così.

‘notte.