Monthly Archives: January 2007

Prima “magagna” post-aggiornamento

Aggiornamento: in fondo all’articolo riporto un fix per aggirare il problema.

Ho notato uno strano comportamento nella visualizzazione degli articoli dopo l’aggiornamento a WP2.1.

Per scrivere i post utilizzo solitamente l’editor testuale, scrivendo a manina i quattro tag fondamentali per la formattazione del contenuto. Dopo l’aggiornamento ho notato che se tento di aggiungere quanto segue:
[code]

bla bla
[/code] Wordpress, al momento della visualizzazione della pagina, lo trasforma in questo:
[code]

bla bla

[/code] notare l’inserimento dei tag <p>...</p> prima e dopo il tag <img... />.

Ho già provato a disabilitare i plugin, ma non sembra che siano le estensioni installate a causare tale comportamento. Ho anche tentato di abilitare/disabilitare l’opzione “WordPress should correct invalidly nested XHTML automatically” (solitamente la lascio sempre disattivata), senza ottenere alcun risultato

Altri suggerimenti?

AGGIORNAMENTO + FIX: a quanto si legge nel forum di wordpress.com, WP2.1 ha introdotto diversi altri problemi di rendering delle pagine (X)HTML oltre a quello che ho riportato sopra. Se ci tenete a validare le vostre pagine, il mio modestissimo consiglio è di aspettare che tutti questi problemi vengano risolti prima di aggiornare le vostre installazione. In ogni caso ho scoperto questo fix (poco elegante, ma funzionale) per risolvere il problema dell’inserimento automatico di tag <p>...</p> non voluti. Su questo blog il fix sembra funzionare… per ora.

Blog aggiornato a WordPress 2.1

Grazie alle notizie raccolte in rete, allo screencast di Andrea Beggi ed all’ottima documentazione del sito ufficiale, ho appena aggiornato il blog all’ultima versione di WordPress, senza incappare in nessun errore.

Visto che si fa un gran parlare dei plugin più o meno compatibili con questa nuova versione di WP, di seguito riporto quelli utilizzati nella mia installazione e che per ora non sembrano dare grossi problemi; magari la mini-lista può tornare utile a qualcuno:

CiauZ!

Aggiornamento: il plugin Jerome’s Keywords 2.0-beta3 presenta dei problemi che portano alla perdita dei tag impostati per gli articoli se viene utilizzato in combinazione con WordPress 2.1.x; per questo motivo l’ho sostituito con il plugin Simple Tagging 1.5. La sostituzione è stata semplice e veloce: oltre all’ottimo manuale presente sul sito ufficiale, il plugin presenta anche una comoda interfaccia per l’importazione dei tag dal precedente sistema di tagging.

Software libero

La definizione ufficiale (reperita in 5 minuti) di “Software Liberorecita che:


L’espressione “software libero” si riferisce alla libertà dell’utente di eseguire, copiare, distribuire, studiare, cambiare e migliorare il software.

I tizi (il termine “giornalisti” mi sembrava eccessivo) del TG1 Economia invece ci spiegano che:

… il Software Libero, cioè la possibilità di
scaricare musica gratuitamente da Internet.

Fortunatamente c’è anche il video on-line (minuto 5.30 circa), cosi da tramandare ai posteri la figuraccia.

Grazie a Zarrelli.org per la notizia.

Ricorso fai-da-te

Letto oggi su un Newsgroup:

Egregio Signor giudice,
Ho visto perfettamente il segnale di limite di velocità: era bianco con bordo rosso e portava all’interno ben visibile la cifra 50, senza alcuna altra indicazione di unità di misura. Lei ben sa che il Regio decreto 23 agosto 1890, n. 7088 rende obbligatorio l’uso del Sistema Metrico Decimale in Italia, e che la Direttiva del Consiglio CEE del 18 ottobre 1971 71/1354/CEE modificata il 27 luglio 1976 (76/770/CEE), ratificata successivamente dal governo italiano, prevede l’obbligatorietà di applicazione di tale sistema SI. Orbene, per tale sistema metrico, le unità di misura da considerarsi sono, per la lunghezza, il metro, e per il tempo, il secondo. Di conseguenza, signor giudice, risulta evidente come la unità di velocità debba legalmente considerarsi il metro al secondo.

Non oso neppure immaginare che il Ministero preposto non applichi le leggi della Repubblica. Pertanto, per quanto sopra esposto, 50 metri al secondo corrispondono esattamente a 180 Km/h. La Polizia afferma che la velocità della mia vettura – rilevata da apparecchiatura elettronica omologata – era di 177 Km/h, e questo non lo contesto. Semplicemente, faccio rilevare, viaggiavo a 3 Km/h al di sotto del limite autorizzato. Per quanto sopra esposto, chiedo pertanto l’annullamento della contravvenzione e la
restituzione della patente.

Distinti saluti.

🙂

Black Google

Segnalazione narcisistica: su Ecoblog.it una curiosa notizia ecologica riguardante i colori di Google:

Se Google avesse una schermata nera, anziché bianca, per visualizzarla servirebbero 59 watt, invece dei 74 necessari per il bianco…

Grazie per l’email Lumachina 🙂