Monthly Archives: novembre 2005

Acqua!

Dopo tre giorni di pioggia la Media Valle del Tevere è sommersa dalle maleodorante acque del “Biondo Tevere”. Il fiume ha esondato alluvionando strade, campi ed abitazioni. Ad occhio sembrerebbe che in alcuni punti l’acqua abbia raggiunto 1 metro di altezza. In 34 anni non avevo mai visto un disastro simile da queste parti.

Media Valle del Tevere

Qui sopra la miniatura di una panoramica assemblata da varie foto scattate verso le ore 15.00 di oggi dalla mia abitazione: l’anteprima dell’immagine in bassa risoluzione è ospitata su flickr, mentre l’immagine in alta risoluzione 5900×600 pixel è disponibile per il download direttamente su questo server. Il territorio che che si può vedere nella panoramica comprende per la maggior parte il comune di Marsciano (PG) e parte di quelli di Deruta e Todi. Giù in fondo nella zona alluvionata si snoda l’E45, l’unica strada a grande scorrimento dell’Umbria che fortunatamente è rimasta percorribile in tutta la sua lunghezza, anche se in alcuni punti le acque sono arrivate al limite della carreggiata.

Questa mattina tornando a Perugia proprio per l’E45 ho incontrato i soliti imbecilli fermi ai lati della strada nei punti più improbabili ad “ammirare” l’esondazione del Tevere e le operazioni si soccorso dei Vigili del Fuoco: inevitabili i rallentamenti, le frenate e… gli immancabili “‘fanculo” da parte del sottoscritto.

Altre foto scattate in mattinata sono disponibili su flickr.

Linux Day 2005: Perugia

Domani 26 Novembre 2005 si ripete il Linux Day, una giornata dedicata interamente al Software Libero, in cui si riuscono professionisti, studenti ed appassionati per condividere conoscenze ed esperienze. Anche quest’anno lo GNU/Linux Users Group Perugia da appuntamento a tutti gli interessati al Dipartimento di Fisica dell’Università di Perugia: il programma per la giornata di domani è disponibile sul sito del gruppo.

Inkscape 0.43

E’ disponibile nei repository di Debian AMD64 l’ultima versione di Inkscape, il programma per disegno, simile a Illustrator, Freehand, CorelDraw e Xara X che si basa sul formato standard W3C “Scalable Vector Graphics” (SVG).

Le novità di questa versione sono (Release Notes043):

  • Connettori: si possono connettere oggetti tramite linee auto-indirizzanti.
  • Lavoro collaborativo con Inkboard: è ora possibile connettersi con altri utenti di Inkscape all’interno della rete e modificare un documento condiviso.
  • Supporto alla pressione e al tilt: lo strumento calligrafico può ora usare le funzioni di pressione e di tilt delle tavolette grafiche.
  • Migliore manipolazione dei nodi: è ora possibile trascinare, piegare o distorcere una curva Bezier in ogni suo punto, non solo nei nodi.
  • Nuove Estensioni: sono disponibili nuove estensioni che lavorano sulle distorsioni, sui movimenti a spirale e sull’aggiunta di nuovi nodi.
  • Aderenza allo standard SVG: è ora supportato l’elemento viewBox per una migliore compatibilità con SVG.

E’ inoltre disponibile il libro online “A Guide to Inkscape”, aggiornato con le nuove funzioni introdotte nella versione 0.43.

Ubuntu Breezy

foto cd ubuntu

Mi è stato appena recapitato il pacco contenente i cd per le varie piattaforme supportate di Ubuntu Breezy 5.10. Questa sera inizierò la ridistribuzione gratuita (e via posta) ai vari amici 🙂 Se passate da queste parti e ne volete una copia, fatemi un fischio 😉

187, di nuovo

Torno brevemente sulle mie avventure con Telecom Italia ed il suo pessimo servizio clienti (il famigerato 187), in quanto dopo la mia richiesta di intervento di un tecnico telefonico per sistemare la pessima linea della mia utenza, sono incappato di nuovo nello stesso identico problema: pioggia, con conseguente isolamento della mia linea telefonica e con la linea ADSL fuzionante a singhiozzo… per ben due volte…

Continue reading

Criminali

Ho sentito io l’ordine di fare attenzione perché veniva usato il fosforo bianco su Fallujah . Nel gergo militare viene chiamato Willy Pete. Il fosforo brucia i corpi, addirittura li scioglie. È questa la tremenda testimonianza di Jeff Englehart, veterano della guerra in Iraq. “Ho visto i corpi bruciati di donne e bambini- ha aggiunto l’ex militare statunitense-il fosforo esplode e forma una nuvola, chi si trova nel raggio di 150 metri è spacciato”. Testimoni hanno visto “una pioggia di sostanze incendiarie di vario colore che, quando colpivano, bruciavano le persone e anche quelli che non erano colpiti avevano difficoltà a respirare”, racconta Mohamad Tareq al-Deraji, direttore del centro studi per i diritti umani di Fallujah.

Vedetevi il servizio, se ancora non l’avete fatto. Ovviamente le reti nazionali del signor B. (tutte) hanno subito provveduto ad affossare la notizia e a dare il minor risalto possibile al servizio di Rai News 24. L’unica copertura decente è venuta da Internet e dal mondo dei blogger in genere; alcuni link: